…un pezzo del poema …di “la donna che leggeva troppo”

…….dOV è MIA SORELLA CHE PIANGA AI MIEI PIEDI 
E GRIDI AL MONDO XCHè SONO MORTA? 
PERCHè NON AVRà PACE NELLA TOMBA COLUI CHE LASCIA UN POSTO VUOTO ACCANTO A ME 
CHE MIA FIGLIA SIA LIBERA DI ED AFFRANCATA DALLA PAURA 
CHE FACCIA TESORO DI OGNI GIORNO DELLA SUA VITA 
CHE POSSA PENSARE A ME COME UNA DONNA CHE AMAVA 
ANCHE SE FUI SOLTANTO UNA MOGLIE . 
LE MIE INCETTIVE SONO ISCRITTE IN INCHIOSTRO CREMISI 
I MIEI DUBBI SONO CESELLATI IN NERO MA L’AMORE NEL MIO CUORE è CESELLATO IN ORO E 
IL NOME DELLA MIA ANIMA è ‘LUCE’ 

IN ONORE DELLA E ALLA ‘STREGA DEL QUEBEC’…PER TUTTE LE DONNE CHE HANNO IL CORAGGIO DI ESSERE FEMMINE SOPRATTUTTO DOVE NON è NORMALE ESSERLO COME NELLA REALTà MUSULMANA….Immagine

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s