La verità

L’ombra dei mercenari dietro l’esercito di Silvio

Pubblicato da Redazione il 31 maggio 2013
Nella sezione CronacaPrimo piano

 
 
 
 

 

 

di Alessandro Barcella

Un po’ avventurose alla James Bond, un po’ guascone alla Mister Bean. Non sappiamo dove si collochino le attività degli uomini della Interdipco, ma la storia merita di essere raccontata. Una storia che parte dall’ex Premier Silvio Berlusconi, o quanto meno da quell’Esercito di Silvio appena costituito a sua difesa e che nelle ultime ore avrebbe “arruolato” quasi 16 mila persone. L’idea delle truppe cammellate azzurre nasce da un gruppo di sostenitori, tra cui Simone Furlan: “Siamo stati spettatori inermi della ‘Guerra dei Vent’anni’ che ha visto Silvio Berlusconi combattere e difendersi da accuse infamanti di ogni genere, frutto di una persecuzione giudiziaria senza precedenti nella storia. Motivo di questa persecuzione – prosegue Furlan – è il non aver permesso ai comunisti di andare al potere, di aver fermato un progetto chiaro che, in seguito a Tangentopoli, avrebbe consegnato il nostro paese alla sinistra”. Da qui l’idea dell’esercito, un po’ claque e servizio d’ordine ai comizi e un po’ struttura militare dotata di reggimenti territoriali e comandanti.

Da Silvio a Stefio 

berlE’ a questo punto che entra in gioco la fantomatica Interdipco, tra le 5 organizzazioni aderenti al neonato esercito. La sigla sta per “Diplomatic Cooperation for a safer world”. Un organismo che si muoverebbe per la tutela dei diritti umani e per attività di protezione civile, organizzando corsi e seminari e offrendo supporto alle polizie internazionali. Sembra questa la parte più interessante dei compiti affidati al gruppo, guidato da un segretario generale e che annovera tra le altre strutture l’ufficio cerimoniale e quello diplomatico. Un velo di perplessità si manifesta se si scorrono i nomi dei suoi membri. Ce n’è davvero per tutti, a patto che le adesioni siano reali. Tra questi troviamo infatti il primo ministro della Guinea Bissau e il Ministro della difesa libanese, membri onorari e consultivi. Il nome che tuttavia cattura maggiormente l’attenzione è quello di Salvatore Stefio, che partecipa ad Interdipco attraverso la sua società “Resurgit”, specializzata in “sicurezza, sopravvivenza e gestione delle crisi e antipirateria marittima”. Iraq, anno 2004: quattro cittadini italiani, tra cui Stefio, vengono rapiti da miliziani filo-al Qaeda e tenuti prigionieri per quasi due mesi. Una vicenda che si conclude tragicamente, con l’uccisione sotto l’occhio di una telecamera di uno di loro, il siciliano Fabrizio Quattrocchi. Una storia ancora nebulosa, per la quale si parlò di “mercenari” assoldati illegalmente da una società Usa per aggirare le rigide direttive internazionali. Ne segue una lunga vicenda giudiziaria, per cui sono giunte in seguito assoluzioni piene. Resta la perplessità sulla natura di questo filo, che sembra legare la macchina del sostegno a Silvio Berlusconi alle ombre lunghe della vicenda irachena. Stefio è in Interdipco “international trainer”, ovvero istruttore e membro del “comitato unità emergenza”. Sul fatto che Interdipco sia in qualche modo anche una struttura di supporto di tipo militare non sembrano esserci dubbi. E’ lo stesso sito internet a parlare di “squadre specializzate per assistere la polizia nazionale”. La “Sru”, il team di intervento strategico di Interdipco, sarebbe specializzato in maneggio delle armi, salvataggio ostaggi e interventi speciali su esplosivi. A comporlo “ottantadue ufficiali suddivisi in sette squadre speciali”, chiarisce ancora il sito.

I “fantasmi” iracheni
Segretario generale è Davide Cioccarelli, imprenditore informatico tra i promotori dell’esercito di Silvio. “Metto a disposizione la mia organizzazione per portare migliaia di volontari esperti nella sicurezza, per organizzare la sicurezza nei comizi pubblici del Presidente – spiega Cioccarelli – con eventuale presidio di protezione civile con volontari esperti in primo soccorso, in sicurezza e bonifica ambientale, utilizzando anche la nostra unità cinofila”. Ma Cioccarelli risulta anche essere stato membro effettivo di Ibssa, società di sicurezza e investigazioni con sede a Budapest e attorno al 2002 rappresentata in Italia dalla Ibsa (società analoga in cui aveva lavorato lo stesso Fabrizio Quattrocchi). Sulla nascita dell’esercito di Silvio intanto, lo stesso interessato tace. E chissà se avrà invece qualcosa da dire in merito a tutte queste strane e curiose “triangolazioni”.

 

In quanto Presidente di questa società,mi sento in dovere di fare qualcosa.

Certo posso solo controbbattere ,o sfogarmi tramite un blog,ma sarò certa che qualcuno lo leggerà,e ciò mi basta.

Potrei anche fregarmene e dire “che ne parlino bene o che ne parlino male” l’importante è che ne parlino,ma finchè stiamo parlando di Berlusconi questo può starci,ma quando parliamo di gente che sta partecipando alla storia vera,di gente giovane ,che fa quello che fa per passione ,per amore del lavoro,per dedizione alla missione del volontario ,o anche semplicemente giustizia internazionale,allora le cose si complicano.

Non sappiamo esattamente se il diretto interessato sappia di ciò che è stato scritto e alluso,altrimenti i suoi legali ci avrebbero certamente dato una mano.

Ma comunque sia Silvio cade sempre in piedi ,siamo un paese che arresta chi muore di fame e ruba al supermercato ,piuttosto che carcerare i criminali,meglio che stiano a piede libero così possono accrescere IL MALESSERE GENERALE,che vogliono che resti,altrimenti com è che possono istigare suicidi ed omicidi e ridurre i peel!

Sentite chiariamo una cosa ,il mio segretario generale Davide Cioccarelli può pure avere fatto degli errori a suo tempo ,ma chi non ne fa,ha solo 30 anni ed è cresciuto in mezzo agli squali,con la passione per la polizia e l’esercito,il nonno era un ex poliziotto,il suo migliore amico è un poliziotto,conosce le leggi nazionali ed internazionali meglio di un avvocato di professione,E la legge non ammette ignoranza ed ignoranti ,quindi occhio a fare illusioni che non stanno nè in cielo nè in terra,è entrato nell’ibssa ,perchè alcuni appartenenti come POPPER ED UGO GERVASI ,sonbo amici di vecchia data,e lì c è èntrato per passione per la SICUREZZA INTERNAZIONALE,nel 2009,quando ancora non c’era l’ombra dell’interdipco,o dell’esercito di Silvio,quindi di che vogliamo parlare….d’altronde queste persone-che ho citato-hanno già i loro territori ben definiti non hanno bisogno di noi.Nè noi ,perchè cooperiamo portando progetti di sviluppo nella Sicurezza ,in paesi in VIA DI SVILUPPO ADESSO ,E IN LOTTA PER LìINDIPENDENZA CIVILE.

In Italia nemici permettendo ,perchè le fette di torta sono poche ….,si è provato a fare solo operazioni di protezione civile e volontariato con il progetto EAT FOR AFRICA…a cui era stato concesso il patrocinio di Roma,per la raccolta di cibo per paesi come la GUINEA BISSAU ,E SONO GIà PARTITI DEI COINTAINERS con i primi viveri,ma la raccolta dovrebbe continuare fino al 30 giugno.

Inoltre Davide è un diplomatico riconosciuto in GUINEA BISSAU ,avendo firmato un bilaterale ,gli è stato rilasciato anche un passaporto diplomatico,che l’Italia,ha prontamente   provveduto a sequestrare appena ha varcato l’aereoporto di Fiumicino…

Vogliamo continuare a parlare,potrei raccontarvi dell’accanimento che stanno avendo i giudici nei confronti di Davide ,facendosi scudo di persone che vogliono coinvolgerlo in cose in cui non c’entra nulla,solo perchè ha detto “no ” a persone che volevano usare la nostra associazione per i loro PORCI COMODI….e signori questa è L ITALIA ,ECCO PERCHè I CERVELLI MIGLIORI DEVONO FUGGIRE E NON DEVONO INVESTIRE UN SOLO SOLDO IN QUESTO DANNATO PAESE ,PIENO DI CORROTTI E GENTE MALATA DI PROTAGONISMO….

Advertisements

One thought on “La verità

  1. VOLEVO AGGIUNGERE CHE LA SEDE ESTERA PRINCIPALE DELL’ INTERDIPCO’ STA IN LIBANO A BEIRUT ,ECCO PERCHè MOLTI ADDETTI SONO DI BEIRUT! INFORMATEVI GENTE ,PRIMA DI SCRIVERE FANDONIE…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s